VENDITA A CREDITO

PIZZA A CREDITO
MANGI OGGI E PAGHI TRA 8 GIORNI

Parlando di Napoli, in qualche mio precedente post ho già detto che i napoletani sono generosi, caritatevoli, in grado di adattarsi, arrangiarsi e trovare soluzioni.
Una volta c’era l’usanza del “caffè pagato”, vale a dire, persone più benestanti che spesso lasciavano un altro caffè pagato al bar, e questo per una eventuale persona meno abbiente che non aveva i soldi per un caffè, ma ora è il turno della la pizza.
Una delle pizzerie più antiche e famose di Napoli, Sorbillo, ha recentemente lanciato una nuova iniziativa, chi non ha denaro può mangiare una pizza oggi e pagare la prossima settimana. Una iniziativa contro la crisi per aiutare le persone.
Questa usanza esisteva in passato, soprattutto nel dopoguerra, quando la situazione economica none ra rosea per molti.

Crisi e disoccupazione hanno portato ad un aumento della povertà, così in molti quartieri alcune salumerie sono ritornate alla vecchia usanza di dare la merce a credito, riportando i prodotti “acquistati” su un foglio in duplice copia e attendere fino alla fine del mese per il pagamento (una sorta di pagherò). Questo è un rischio, si sa, ma un modo di vendere e di non perdere clienti, a cui i rivenditori si adattano fiduciosi.

La fame fa aumentare la criminalità e porta a rubare, come è accaduto qualche mese fa a Casoria, dove un uomo (un incensurato) ha rubato alcune pizze dalle mani di un cliente che usciva da una pizzeria, dicendo poi alla vittima: “lo faccio per sfamare la mia famiglia, meglio che rubare denaro o altro“.

La pizzeria Sorbillo dice che la sua iniziativa si rivolge a studenti, scugnizzi, anziani e pensionati di cui egli fa una copia dei loro documenti di identità prima di dargli la pizza a credito, sperando che, da persone serie, questi mantengano la promessa di pagamento. Se qualcuno non paga, va bene, non ha importanza, considerando la vendita di circa 800 pizze al giorno viene ammortizzato anche il mancato guadagno di qualche pizza non pagata.
Probabilmente questo è anche un modo per farsi pubblicità, ma la congiuntura economica è reale e noi tutti l’avvertiamo.

.

Questa voce è stata pubblicata in Società, persone, cultura e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...