KROKODIL

L’EROINA DEI POVERI
LA DROGA KILLER

La desomorfina è una sostanza oppiacea che deriva dalla morfina ed usata in medicina per i suoi effetti analgesici, di molto superiori alla morfina.
Questa sostanza è venuta alla ribalta nel 2010 in Russia a causa di un forte aumento nella sua produzione clandestina, per la sua relativa semplicità di sintesi a partire dalla codeina. La sostanza infatti si ricava facilmente utilizzando codeina, iodio e fosforo rosso, che danno luogo ad una sostanza stupefacente simile alla desomorfina, ma fortemente impura e contaminata da varie sostanze tossiche e corrosive. In Russia tale “droga di strada” è stata soprannominata Krokodil (coccodrillo) perché produce gravi danni ai tessuti, flebiti e gangrene, ed è utilizzata come alternativa più economica rispetto alla costosa ed introvabile eroina. I danni provocati da questa sostanza sono così devastanti che la speranza di vita dei tossicodipendenti che ne fanno uso sembra non superare i tre anni, riportando fin dall’inizio lesioni cutanee. Stando a quanto gli stessi tossicomani affermano, l’azione del krokodil dura solo poche ore, ma con effetti tre volti più potenti dell’eroina, e crea molto più dipendenza. Solo 1 tossicodipendente su 100 riuscirebbe a disintossicarsi.
La sostanza facilmente prodotta in casa deve essere iniettato endovena perché se per sbaglio viene iniettata intramuscolo porta alla “distruzione” totale della cute e del muscolo, se non delle ossa perfino. Una volta in circolo, essa provoca dei buchi, come delle bruciature di sigarette, che pian piano, nel tempo, si aprono fino a diventare delle piaghe. “La carne brucia, ma resisti perché non puoi farne a meno, sei dipendente!”, dice un krokodil dipendente. Fegato, reni e cuore sono i primi organi che vengono colpiti dalla droga iniettata già nei suoi primi utilizzi.
I primi casi di utilizzo ed abuso di krokodil artigianale sono stati riportati nella Siberia orientale nel 2002, ma da allora il suo utilizzo si è diffuso in tutta la Russia, nelle vicine ex repubbliche sovietiche ed è arrivata anche in altre nazioni.  Anni fa furono segnalati utilizzi sporadici del Krokodil in Germania, ed alcuni media riferiscono anche di alcune morti.
Solo in Russia si stima che 100.000 ragazzi muoiano ogni anno per droga, con un numero di tossicodipendenti stimato tra 2,6-6 milioni. Tutti sono giovanissimi, con un età media inferiore ai 30 anni, ma ci sono anche adolescenti. Tolyatti, nel centro della Russia, sembra essere la città con il più alto tasso di tossicodipendenti , che a causa di problemi economici, crisi, disoccupazione, e altro, registra il più alto tasso di consumo di droghe pesanti al mondo.
La Russia è uno degli snodi centrali del traffico internazionale di droga proveniente dall’estremo oriente e dall’Asia centrale. Il suo territorio funge da ponte verso l’Europa, ma molto spesso è la destinazione principale della droga afgana. Secondo stime dell’ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine, in Russia viene consumato più di un quinto della droga in circolazione a livello globale. Settanta tonnellate di eroina afghana sbarcano nel paese ogni anno, mietendo una media di 80 vittime al giorno.
Le autorità russe sono da tempo a conoscenza del problema ma non sono state ancora adottate adeguate misure per risolverlo perché  i tossici sono considerati alla pari dei criminali, e perché, come sempre, vi sono in ballo grossi interessi economici da parte delle case farmaceutiche che producono i medicinali (come la codeina) da cui si  ricavano le sostanze per preparare il mix mortale.


.

Questa voce è stata pubblicata in Non tutti sanno che.... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...