Damien Hirst

Damien Hirst, Animali e Morte,
è Vera Arte?

Damien Hirst  è un artista inglese che fa sempre parlare di se. La morte è il tema centrale delle sue opere ed è noto soprattutto per una serie di opere in cui corpi di animali, come squali tigre, pecore e mucche, sono imbalsamati e immersi in formaldeide. Ad aprile, alla galleria “Tate Modern” di Londra c’è stata la sua ultima mostra, una sua prima retrospettiva che con settanta opere ha ripercorso i trent’anni della sua carriera. E di nuovo è stata polemica, con duri attacchi da parte degli animalisti perché per la mostra sono servite circa 9000 farfalle che sono state sacrificate nel nome dell’arte. Infatti, una delle sue installazioni consisteva in un’enorme stanza riscaldata piena di farfalle che volavano liberamente tra i visitatori. L’opera si intitolava “In and out of love” dove su delle tele erano attaccate le pupe, da cui nascevano le farfalle, libere poi di muoversi e di nutrirsi tra fiori, zucchero e frutta. Ma molte venivano  calpestate e uccise, altre ferite quando i visitatori se le scrollavano di dosso. Risultato: ogni settimana 400 dovevano essere rimpiazzate. “Verity” è una delle sue ultime opere che è stata installata a Ilfracombe nella contea del Devon in Inghilterra. La grande scultura di una donna nuda e incinta (che ha un fianco aperto, lasciando intravvedere il feto), punta verso il cielo una grande spada e domina il porto. Molti abitanti hanno protestano affermando: “Umilia tutte le donne”.

.

Questa voce è stata pubblicata in Arte, Moda & Fotografia e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...