RETI SOCIALI

SOCIAL NETWORKS o
PRIVATE NETWORK ?

C’era da aspettarselo, dopo l’era dei social networks su vasta scala, dove solo il numero di “amici” ottenuti misura l’importanza del nostro spazio virtuale, ora si va controtendenza. E pensare che lo stesso Facebook era nato per far incontrare i vecchi compagni di scuola, dove ogni profilo era legato ad una ristretta schiera di amici, che in tal modo potevano rimanere in contatto. Ma il successo, come si sa,  porta a fare le cose in grande e Facebook è poi diventato un calderone incontrollabile, dove le cose vengono condivise con tutti, parenti, amici, amici di amici e perfetti sconosciuti in ogni posto del globo, per un massimo di 5 mila contatti. Una promiscuità digitale reale e irreale dove, rischiosamente, si condivide di tutto. Questa confusa convivenza  e questo rischio è stato evidentemente percepito da molti perché, negli ultimi tempi, i big del settore non li hanno ignorati e a partire dallo stesso Mark Zuckerberg, con Google ed altri, è nata una nuova generazione di reti sociali, che guardano alla qualità delle amicizie piuttosto che alla loro quantità. Si tratta di Social network in miniatura o “personal network”, tematici o perfino privati. Per non essere da meno, Mark ha proposto la “ lista di amici” che permette di scegliere con chi condividere la propria board, ma il rischio che qualcosa “fuoriesca” da tale circuito è sempre in agguato. Google da parte sua, ha lanciato Google Plus (Google +) dove col sistema delle “stanze” è possibile decidere con chi condividere le informazioni.
Ma nel frattempo sono nate altre applicazioni: Path, Pinterest, Kidfolio, Between, Edmodo, Pair, Love this, tanto per citarne alcune.   Piccoli Spazi virtuali dotati di funzioni e strumenti simili a Twitter o Facebook, ma riservati a scopi specifici o solo a pochi selezionati “intimi”.  Molte di queste sono applicazioni per IPhone e Smartphone.
Path, che pubblicizza: “Stai connesso con familiari e amici intimi”.
Pair, una app per cellulare che connette due persone: “Il modo più facile di rimanere in contatto con la persona che ami, e condividere le piccole cose della vita”.
Between, un social network privato per cellulare: “Uno spazio privato per due”.
Love this, un’altra app per uso privato: “Il modo migliore di condividere raccomandazioni tra amici”.
Nextdoor, un network privato tra vicini di casa.
Kidfolio, app per iphone, un network privato dove condividere l’album di famiglia con parenti.
Pinterest, invece è un social network tematico dedicato principalmente alla condivisione di immagini e video.
Edmodo, è una piattaforma online per studenti ed insegnanti: “Un modo sicuro e facile per studenti ed insegnanti per rimanere in contatto e condividere compiti, argomenti e notizie.”

Ormai, telefono o computer, non si può fare a meno di queste applicazioni, perché la “socializzazione” è una caratteristica dell’essere umano, anche se per questo, poi ci sono quelli che si arricchiscono alle nostre spalle.

Questa voce è stata pubblicata in Computer e Internet e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a RETI SOCIALI

  1. prova ha detto:

    Stranamente molto simile ad un articolo di Panorama di 4 giorni prima

    Mi piace

    • antveral ha detto:

      Ho pubblicato il tuo commento anche se anonimo, cosa che in genere non mi garba….
      Comunque, cosa vuoi dire con questa osservazione, per me alquanto superflua?
      Se per questo trovi moltissimi altri articoli simili in giro o in internet… credi forse che ho l’esclusiva su certe notizie? Oramai sia i siti giornalistici (o le riviste) che i blog, sono solo un tam-tam di notizie e considerazioni che si ripetono e sussuguono senza fine, e che ognuno rimastica a proprio uso e costume. Poi, sono solo i motori di ricerca a permettere ad alcuni di comparire nelle prime pagine piuttosto che in ultima fila. Di sicuro anche Panorama, come mi è capitato di constatare con altre riviste della stessa portata, avrà attinto da qualche altra fonte. E’ così, che tu ci creda oppure oppure no e se ti soddisfa o meno!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...