Mensch und sonne

“L’uomo e il sole” di Hans Suren

Lo studioso tedesco Christian Adam ha esaminato i libri più venduti durante il periodo nazista del Terzo Reich e ne è venuto fuori un quadro interessante.
Infatti, oltre ai classici di quel periodo, come “Mein Kampf”, il libro nazionalsocialista scritto da Hitler, ed altri romanzi, spopolava anche “Mensch und sonne” (L’uomo e il sole) del 1924 di Hans Suren, uno dei pionieri del naturismo, che vendette più di 80 mila copie.
Si tratta di una raccolta di foto, di persone nude o semi-nude, con istruzioni di come praticare nudismo e attività ricreative e ginniche all’aria aperta.
Fatto inspiegabile  e inaspettato se si considera la forte censura di quel periodo, anche se il nudismo era già di moda dagli anni ’30.  Probabilmente, la spinta ad avere corpi sani e perfetti per esaltare la razza ariana, voluta da Hitler, o vuoi un mezzo per comunicare la “salute razziale”,  furono il motivo per cui tale libro, almeno in Germania, fu fatto eccezionalmente circolare. Così come avvenne, sornionamente, anche nei confronti di una certa “libertà sessuale” praticata a porte chiuse. Difatti, dopo la seconda guerra mondiale, sia per razzismo che per moralità, il libro fu poi censurato.
Suren fu nominato  “commissario straordinario per l’educazione fisica” durante le olimpiadi tedesche del 1936, ma nel 1942, fu arrestato e espulso perché si dice si era masturbato in pubblico. Nella sua opera egli esalta il corpo e gli attributi maschili  come “creazione divina, meraviglia delle meraviglie “.  Il manuale soddisfaceva anche i desideri voyeuristici dei lettori ed esaltava atmosfere pudiche e voluttuose, anche se non accettate dal Terzo Reich, che solo nel 1942 permise terme e bagni nudi in luoghi appartati. D’altronde,  la ricerca del corpo perfetto era un argomento trattato anche da altri artisti a quel tempo,  come Leni Riefenstahl  che nei suoi film celebrava la bellezza ideale dei nazisti e per questo la regista preferita da Hitler. Si noti che la raffigurazione di uomini nudi a quel tempo non era un inno all’omosessualità, almeno ufficialmente, dal momento che essa era duramente perseguitata.

 

Foto provenienti da diverse fonti

Questa voce è stata pubblicata in Non tutti sanno che.... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...