Steve Jobs

Steve Jobs è morto

STEVE JOBS

L’imprenditore della Silicon Valley, padre fondatore della Apple che ha reinventato il mondo del computer e l’industria della telefonia e della musica (iTunes), oltre ad aver cambiato le abitudini di milioni di persone nel mondo, si è spento stanotte all’età di  56 anni.
Immediate le condoglianze da tutto il mondo per il suo decesso, dopo una battaglia di anni contro un raro tumore al pancreas mentre i fan gli hanno reso omaggio recandosi fuori i negozi Apple di tutto il globo, da Los Angeles a Sydney. Fuori un negozio di New York City, hanno acceso candele, portato fiori, una mela e un iPod Touch, mentre molti siti, tra cui quello di Apple, si sono trasformati in memoriali online, un testamento della creatività digitale che Jobs ha ispirato.
Steve Jobs era figlio di genitori adottivi ed era noto al grande pubblico per aver inventato il primo computer con mouse con interfaccia ad icone (il precursore del Windows). Nel 1974 era alla Atari con il suo amico Steve Wozniak, dove lavorarono su una prima versione della circuiteria del videogioco Breakout. Successivamente i due decisero di mettersi in proprio e nel 1976 fondarono la Apple Computer. Grazie alla sua convinzione che i computer avrebbero rivoluzionato il mondo, Jobs passò alla storia alla fine degli anni 70 per aver introdotto l’ Apple II,  il primo personal computer ad avere un certo seguito. Ci riuscì di nuovo nel 1984 con il Macintosh (sistema operativo DOS) e sebbene l’anno seguente era uscito fuori dalla società, vi ritornò nel 1997 e dopo pochi anni iniziò la produzione di una troika di prodotti memorabili:  iPod, iPhone e iPad — che ancora una volta hanno rivoluzionato l’industria.
Jobs venne classificato primo tra i 25 uomini d’affari più potenti per il 2007 da Fortune e persona dell’anno 2010 dal Financial Times.
Lo spirito creativo di Steve Jobs era così strettamente legato alle fortune di Apple che la sua morte sta sollevando ora domande sulla capacità dell’azienda di mantenere la produzione di prodotti che hanno trasformato il mondo come ha fatto finora.
La preoccupazione è che senza Jobs, il gap di Apple coi rivali potrebbe ridursi. Gli investitori sapevano della lunga battaglia di Jobs contro un tumore al pancreas, che ad agosto si è dimesso lasciando le redini nella mani Tim Cook. Intanto, già oggi, le azioni di alcune aziende rivali sono salite: Samsung del 3,9%, LG Electronics del 6,6% e quelle di Sony del 3,6%.

STEVE DEATH

Ecco alcuni dei commenti rilasciati dopo la morte di Jobs.

Barack Obama
“Steve è stato tra i più grandi innovatori americani — coraggioso abbastanza da pensare in modo diverso, audace abbastanza da credere di poter cambiare il mondo, e talentuso abbastanza per farlo. Il mondo ha perso un visionario. Non può esserci maggior tributo al successo di Steve del fatto che molti nel mondo hanno saputo della sua morte su un dispositivo che lui ha inventato”. 

BILL GATES
“Steve e io ci siamo incontrati circa 30 anni fa, siamo stati colleghi, concorrenti e amici durante oltre metà delle nostre vite. Il mondo ha visto raramente qualcuno che ha avuto il profondo impatto di Steve, i cui effetti sentiremo per molte generazioni a venire. Per quelli di noi abbastanza fortunati da lavorare con lui, è stato un onore follemente grande”.

RUPERT MURDOCH
“Oggi perdiamo uno dei più influenti pensatori, creatori e imprenditori di tutti i tempi. Steve Jobs era semplicemente il più grande AD della sua generazione. Sono profondamente triste per la sua scomparsa, ricordo il sorprendente impatto che ha avuto nel rivoluzionare il modo in cui la gente consuma i media e l’intrattenimento”.

MARK ZUCKERBERG
“Steve, grazie per essere stato un mentore ed un amico. Grazie per aver dimostrato che quello che hai costruito può cambiare il mondo. Mi mancherai”.

CIAO STEVE E GRAZIE PER QUELLO CHE CI HAI DATO.
CI MANCHERAI!!

eeeeeeeeeeSTEVE   STSTEVE

eeeeeeeeeeSTEVESTEVE

Questa voce è stata pubblicata in Computer e Internet e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...