I CRISTALLI DI NAICA

LA GROTTA DEI CRISTALLI

Cueva de los Cristales

Il  6 settembre 2009  pubblicai un post sui meravigliosi Cristalli giganti di Naica (Chihuahua, nel nord del Messico) e giorni fa ho letto un nuovo articolo in merito che, alla luce degli ultimi studi, porta a conoscenza che è stato definitivamente svelato il mistero sulla loro origine. In particolare, il cristallografo Juan Manuel García Ruiz, uno dei primi scienziati che ebbe accesso alla grotta, rivelò che la causa principale della fenomenale crescita dei cristalli era la lentezza con cui si sono formati.  Secondo gli ultimi calcoli degli scienziati, questi cristalli crescono a un ritmo che equivale allo spessore di un capello ogni 100 anni. La crescita è talmente lenta che fino ad oggi era quasi impossibile da misurare e ci sono riusciti solo grazie all’aiuto dell’Università di Sendai, in Giappone, dove è stato progettato un particolare microscopio. I campioni di gesso prelevati dalla miniera sono stati immersi nella stessa acqua della grotta e coltivati in laboratorio in identiche condizioni fisico-chimiche. Grazie al microscopio si è potuto stimare che alcuni cristalli sono cresciuti in circa un milione di anni. La grotta è rimasta per secoli sepolta nelle profondità di una miniera di piombo ricca d’argento e di gesso nel deserto di Chihuahua e scoperta solo nel 2000. La camera dei cristalli misura 35 metri di lunghezza per 20 metri di larghezza, con un’altezza media di circa due metri e mezzo, ed è stata sempre inondata da acqua ad alte temperature, ricca degli stessi minerali che formano i cristalli di gesso. Sono state queste particolari condizioni che hanno permesso la lenta e continua cristallizzazione, che ha iniziato il suo processo quando la temperatura dell’acqua è scesa a 58 gradi Centigradi. Le miniere circostanti, grazie alle quali si è scoperta la grotta dei cristalli, sono invece ricche d’argento, piombo e zinco. Per proteggere e far continuare il processo di cristallizzazione, la grotta dovrà, prima o poi, essere di nuova inondata di acqua e cadere di nuovo nelle tenebre delle profondità terrestri.

Questa voce è stata pubblicata in Scienza, Fantascienza & Mistero e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...