POWDER

Ho avuto modo di vedere il film POWDER (sottotitolo originale “An extraordinary encounter with another human being”) e sebbene all’apparenza palloso, si fa guardare fino alla fine.  Si tratta di una curiosa storia umanistica raccontata con leggerezza e senza inutili eccessi di effetti speciali. Ma più che una storia sembra una favola troppo fantascientifica se si considerano i poteri concessi al protagonista che in alcuni punti rasentano anche una dimensione spirituale. Ma quello che questo film condanna è la difficoltà dell’essere umano di accettare e capire le diversità. Il film analizza i limiti del corpo e della mente umana sottolineando anche la loro propensione alla crudeltà, auspicando che l’umanità possa col tempo avanzare ad uno stato di una migliore comprensione.
La pellicola non fu ben accolta ai suoi esordi perché il regista Victor Salva aveva avuto in passato dei problemi con la legge a causa di alcuni rapporti con minori, e,  sebbene aveva già scontato la sua pena e prodotto altri film, una buona parte della critica gli si scagliò contro. Quasi a confermare quanto dal film stesso condannato perché come sempre accade, conta più quello che sei che quello che fai.
Per questo motivi negli States il film fu perfino etichettato come G13-rating ovvero offensivo (equivalente al nostro “vietato ai minori”), anche se in realtà non contiene niente di
offensivo, a parte una piccola scena in cui il protagonista viene denudato dai compagni.

Sean Patrick Flanery Sean Patrick Flanery – 11 Ottobre 1965 – Interpreta Powder

Mary Steenburgen Mary Steenburgen  – 8 Febbraio 1953 –  Interpreta Jessie Caldwell

Lance Henriksen Lance Henriksen – 5 Maggio 1940 – Interpreta Lo sceriffo Barnum

Jeff Goldblum Jeff Goldblum – 22 Ottobre 1952 – Interpreta Donald Ripley

Brandon Brandon Smith – 29 maggio 1989 -Interpreta Duncan

.

l3

Regia di Victor Salva. Con Jeff Goldblum, Lance Henriksen, Mary Steenburgen, Sean Patrick Flanery, Brandon Smith, Bradford Tatum, – durata 111 min. – USA 1995 –

Questa la trama del film.

In una fattoria americana, alla morte di due anziani, viene trovato un ragazzo che ha vissuto per vent’anni chiuso in casa con i nonni, al riparo dalla luce e da sguardi estranei. E’ una sorta di albino, calvo e con una carnagione bianchissima (powder sta per cipria) e dotato di intelligenza e poteri straordinari. La madre fu colpita da un fulmine al momento del parto ed il padre lo rifiutò e probabilmente ad esso è dovuta la “carica” elettromagnetica posseduta dal ragazzo e la sua attrazione per l’energia.

Scoperto dalla polizia, arrivata in casa per capire le cause della morte del nonno, il ragazzo viene affidato dallo sceriffo Barnum alle cure di Jessie Caldwell, una giovane psicologa responsabile di un centro per giovani disadattati che tenta di inserirlo nella scuola, in mezzo ad altri coetanei. Lei ed il professor Donald Ripley, che insegna scienza nell’istituto, sono i primi a rendersi conto delle eccezionali qualità umane ed intellettive del giovane Powder che a poco a poco si rivela buono e puro, anche se all’occorrenza deve far ricorso a certe sue facoltà straordinarie per difendersi. Incompreso, rifiutato, deriso e maltrattato dai compagni e dai residenti, il ragazzo vorrebbe ritornare alla fattoria per vivere da solo. E tale sogno si realizza grazie all’aiuto dello sceriffo e di Jessie che si rendono conto delle difficoltà di inserimento del ragazzo dovute principalmente alla sua diversità fisica e comportamentale. Arrivati alla fattoria durante l’arrivo di un temporale, Powder scappa per incontrare un fulmine…. giusto con l’intento di farla finita, di liberarsi dal corpo e diventare pura energia. Il fulmine lo accontenta, colpendolo, assorbendolo e riportandolo così alle origine… trasformandolo in quel ciclo senza fine che caratterizza l’unica realtà di tutte le cose su questa terra.

.

powderPowder_1995powder

Powder

.

Questa voce è stata pubblicata in FILM & TV e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...