PIANETI ABITABILI

UN PIANETA SU CUI E’ POSSIBILE LA VITA

Questo nuovo pianeta è stato scoperto a fine estate scorsa e prende il nome dalla stella attorno cui gira, ovvero la stella chiamata Gliese 581 g, anche se tra gli addetti possiede il nome di “Zarmina”, quello della moglie di uno dei ricercatori delle isole Hawaii che l’ha scoperto.  E’ un pianeta con una massa di circa tre-quattro volte più grande della nostra Terra e gira molto più vicino al suo sole (14 milioni di miglia contro i 93 milioni che separano il Sole dalla Terra) con un orbita quasi circolare. Inoltre gira molto più velocemente, impiegando solo 37 giorni a completare l’orbita e sembrerebbe privo di movimento di rotazione sul proprio asse cosa che espone sempre lo stesso lato al sole. In questa zona le temperature sarebbero proibitive raggiungendo i 160 gradi mentre le zone più fredde arriverebbero a meno 25 gradi. Da una parte sarebbe sempre giorno e dall’altra sempre notte. La cosa che ha portato tale pianeta ad essere definito dagli astronomi un “Goldilocks”,  è la sua distanza dal sole, una distanza né troppo lontana né troppo vicina. “Goldilocks and the Three Bears” (Riccioli d’oro ed i tre orsetti), è una fiaba nella quale una bambina tra vari oggetti di dimensioni diverse, sceglie quello “giusto”, scartando il più grande ed il più piccolo. Appunto “giusto” come deve essere la lontananza dal sole per avere più probabilità che qualche forma di vita si sia sviluppata, come sulla Terra.  E in questo sistema solare di cui sono stai scoperti 6 pianeti, questo è l’unico a poter essere definito un pianeta Goldilocks.

Gliese 581ccomparazione tra Gliese 581 c la Terra e Nettuno

La grandezza della sua massa indica che ha una superficie rocciosa e abbastanza forza di gravità per avere atmosfera. Infatti, al momento non si sa se su Gliese 581g vi sia acqua o che tipo di atmosfera ma, tra le due facce vi sono zone intermedie con situazioni ambientali favorevoli alla presenza di acqua e quindi di vita. E le possibilità aumentano se si considera che tale pianeta è molto più vecchio della Terra (diversi bilioni di anni) dal momento che la sua stella ha un energia più bassa del nostro Sole.

Ci sono voluti più di dieci anni di studi per i ricercatori americani a individuare l’esistenza di quello che al momento sembra essere il pianeta con le caratteristiche più simili alla Terra, dal giorno in cui fu scoperta la stella,Gliese 581, con i telescopi situati sull’osservatorio W.M. Keck alle isole Hawaii e poi i suoi vari pianeti. Per il momento dobbiamo accontentarci di queste osservazioni dal momento che visitare il pianeta risulta cosa impossibile, oggi, se si considera che esso dista circa 120 trilioni di miglia: ci vorrebbero centinaia di anni per raggiungerlo!

Tale pianeta rientra tra i 35 esterni al sistema solare dì cui il progetto scientifico italiano (denominato Itasel, Italian Search for Extraterrestrial Life),  sta studiando la presenza di acqua.

Questa voce è stata pubblicata in Scienza, Fantascienza & Mistero. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...