EQUO COMPENSO?

 
VERGOGNOSI DECRETI LEGGE
 
 
 
 Il decreto legge 68/2003 voluto da Urbani e che avrebbe dovuto rimanere in vigore fino 2005, tra molte critiche, impose agli acquirenti una sovrattassa su tutti i supporti vergini (CD, DVD, cassette, ecc.) che andava nelle casse della SIAE e di altre entità quale“compenso” per la perdita dovute dalla pirateria. Praticamente tutti noi pagavano in più per l’acquisto dei supporti indipendentemente se i supporti sarebbero serviti per fare il back-up dei dati sul computer, per il filmino di un compleanno o per copiare illegalmente canzoni e film.
ABERRANTE!
 
Volendo fare un paragone è come se per un furto sarebbe andato in galera sia il ladro che il derubato!
Dovendo incrementare i loro bilanci, SIAE, major cinematografiche e discografiche, che suppongo non navighino in cattive acque – con l’appoggio del Parlamento italiano – se la prendevano con tutti gli acquirenti.
In ultima analisi anche loro traevano beneficio dalla pirateria!
Anche se parecchie persone non ne erano a conoscenza, perché come sempre tutto quello che è contro i cittadini non viene mai ampiamente pubblicizzato, l’effetto fu quello di far scendere le vendite dei supporti vergini con un danno alle aziende produttrici.
 
Oggi, grazie al ministro dei beni culturali Bondi, la legge sul cosiddetto "equo compenso" viene rivista e con un altro decreto la situazione – come in nessun paese europeo – peggiora perfino!
La sovrattassa iniqua viene imposta ora anche su altri prodotti hi-tech.
Praticamente qualunque apparecchio che contenga un supporto di memorizzazione subisce un aumento di prezzo. Hard disk esterni, computer, lettori MP3, iPod, pen-drive, masterizzatori, memorie card, chiavette USB, videoregistratori, cellulari, console di video-giochi, decoder, a parte i supporti vergini già menzionati.
MAGNIFICO!
 
Al danno si aggiunge anche la beffa. Sì, perché in alcuni casi la stessa sovrattassa viene perfino pagata più volte!!!
E’ il caso, per esempio, se si compra un computer (pagando la tassa), poi una chiavetta USB (pagando la tassa) ed infine un supporto DVD o CD (pagando la tassa). Nel caso si utilizzassero tali supporti per copiare (legittimamente!) una canzone comprata (in internet o tramite CD o DVD originale) la tassa che era stata già pagata all’acquisto dell’originale, sarebbe pagata una QUARTA volta, addirittura!
VERGOGNOSO!
 
Se è pur vero che si tratta, a secondo del caso, di centesimi o di pochi euro, moltiplicateli per i MILIONI di unità vendute nel tempo e vi troverete con cifre da capogiro! Altro che pirateria… qui vi sono interessi milionari ad opera di alcune lobby che pensano solo ai loro interessi.
IL decreto legge è passato, ovviamente, ne sapevate qualcosa?
 
Altroconsumo è una tra le poche entità che si è opposta e secondo una ricerca ipotizza che una famiglia media italiana, per effetto di tale decreto, pagherà in media circa 111 euro in più. 
Leggo, infine, questo commento dell’amministratore delegato italiano della NOKIA, azienda norvegese che dovrebbe far riflettere:
<<credo fermamente che l’imposizione di questa tassa italiana sulla copia sia iniqua e ingiustificata. Infatti l’ascolto di musica è solo una delle tante funzioni disponibili su un telefono cellulare, il cui contenuto è solitamente acquistato legalmente dal consumatore che ha pertanto già completamente pagato i diritti d’autore>> 
 
Che dirvi, se continuiamo a subire passivamente tali ingiustizie e aberrazioni troverà sempre più giustificazione la voce di chi afferma che siamo un popolo di pecoroni. 
Grazie Urbani, grazie Bondi, non conosciamo quanti e chi si arricchirà ma, come sempre, a rimetterci saremo noi.
 
 
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...