IL CARNEVALE DI VENEZIA

 

GITA A VERONA, PADOVA, VENEZIA

Partenza alle 6,50. Prima sosta verso le ore 9 per colazione con cornetti offerti dall’organizzazione ad un autogrill di Colleferro (RM). Ripartenza e arrivo verso le 12,40 per il pranzo all’ Hotel Delta Florence di Calenzano (Firenze). Assaggi di pasta al sugo e tortellini in bianco, misto carne con insalata, frutta e caffè. A parte una brevissima sosta nei dintorni di Padova si è viaggiati verso Treviso per arrivare all’Hotel Villa Fiorita a Monastier nel tardo pomeriggio. Hotel elegante con belle camere, peccato che sebbene fosse pubblicizzato il servizio gratuito di internet via LAN nelle camere, la linea era inesistente mentre quella wireless (hotpoint) era talmente debole da risultare spesso inutilizzabile. Cena alle 8 con a scelta minestrone o lasagna, fesa di maiale con patate e tiramisù. Caffe o amaro a pagamento al bar. La mattina seguente dopo la colazione verso le 8 partenza per Verona. Purtroppo piovigginava con freddo e cielo coperto. Poco meno di un ora e si sostava nei pressi dell’Arena dove una guida del posto ci avrebbe poi accompagnato in una breve visita alla città. Prima tappa, per godere il panorama della città, sul colle dove si trova il santuario della Madonna di Lourdes, a Torricelle a nord della città. Purtroppo la nebbia era talmente fitta che si vedeva ben poco. Ritornati nel centro storico si prosegue poi a piedi per visitare Piazza dei Signori, Piazza delle Erbe, le Arche Scaligere, la casa di Giulietta ed infine l’Arena. Ci si ritrova al ristorante “Il Calice” a pochi passi da piazza Bra per il pranzo prenotato. Si riparte per andare a Padova la città dei “tre senza”. Dal parcheggio a pochi passi dal santuario, guidati da donna, una guida locale, si va a Prato della Valle. Da qui si arriva al Santuario di Sant’Antonio. Una volta fuori, già tardo pomeriggio, ci si avvia a piedi sotto i portici per arrivare alla cappella degli Scrovegni per l’orario della prenotazione. Passando per Piazza dei Signori e Piazza delle Erbe si arriva a piazza Garibaldi sede della famosa Università e del caffè Pedrocchi. Arrivati ai Musei civici degli Eremitani si entra nella Cappella degli Scrovegni per ammirare gli affreschi di Giotto. E’ ormai sera e non si possono visitare l’intero complesso con i giardini circostanti. La visita inizia con la visione, in una piccola aula di “riscaldamento”, di un breve video sulla storia della cappella. A gruppi di 20 si entra, infine, con la guida a visitare la cappella. Che dire, considerato che sono affreschi risalenti al 1300 si rimane sbalorditi dalla loro bellezza! Raggiunto l’autobus si riparte per ritornare a Treviso dove alle 20,30 il pranzo ci attende. La mattina seguente verso le 8,30 si parte alla volta di Venezia, la giornata era migliore delle precedenti con sole addirittura. Non più di mezz’ora arriviamo a Tronchetto dove era prenotato il traghetto per Piazza San Marco. Migliaia di persone e gruppi sono sul molo ad attendere la traversata. E’ l’inizio del carnevale e quindi era prevedibile una tale affluenza. Sfortunatamente ci capita un piccolo traghetto chiuso e quindi non si ha la possibilità di poter riprendere dall’esterno il panorama della città vista dal mare. Arrivati sul molo a pochi passi dal Palazzo Ducale una persona del posto ci fa da guida in attesa di assistere al volo della Colombina a mezzogiorno. Folla e persone in maschera dappertutto. Un corteo di persone in costume, provenienti da varie regioni, passa per raggiungere la piazza. Difficile seguire il gruppo, guardare e fotografare….. ci si perde, è inesorabile!
E’ impossibile riprenderle molte cose senza ritrovarsi con decine di persone presenti nell’immagine. Facile invece riprendere le persone in costume che si fermano giusto con l’intento di farsi riprendere. Dal palazzo ducale al Campanile le transenne dove passa il corteo, che porterà il doge alla piazza, sono talmente affollate che è impossibile avvicinarsi. Una mare di gente (si dice 90 mila!) mi trascina e senza sapere né come e dove e mi ritrovo nella piazza a pochi passi dal palco preparato per l’occasione giusto di fronte al campanile. Anche volendo sarebbe stata un’impresa voler cambiare posizione così, macchina fotografica alla mano, aspetto per circa un quarto d’ora l’inizio dell’evento. Pochi minuti dopo mezzogiorno la modella Bianca Brandolini appare sulle finestre del campanile. Il volo dell’angelo inizia. Con un vestito lungo plissettato color crema comincia come un sacco appeso a venir giù scivolando lentamente lungo i fili di acciaio che dalla punta del campanile la porteranno giusta sul palco al centro della piazza. Solo a metà cammino, muovendo un po’ le braccia e salutando fa capire di essere una persona in carne ed ossa. Arrivata giù non riesco a vedere più niente mentre iniziano i fuochi artificiali ed il doge annuncia l’inizio del carnevale. La folla comincia a diradare e mi è così possibile raggiungere la Basilica e l’esterno della Piazza. Incontro i miei nei vicoli alle spalle della Basilica dove facciamo lo shopping. Più tardi aggiungiamo il ristorante “La Valigia” dove a porte chiuse il pranzo è servito. Trovandosi a Venezia in un locale gestito da filippini occorre accontentarsi. Ritornati in strada di nuovo col gruppo e con la guida raggiungiamo il canal Grande, poi di nuovo per i vicoli raggiungendo piazza San Marco. Non possiamo allontanarci di molto perché alle 17,30 il traghetto ci attende. Intanto il sole cala ed il freddo comincia a farsi sentire. Caso vuole che questa volta la nave che ci ospita è quella che ha anche un piano superiore all’aperto…. peccato è buio e fa freddo. Tutti stivati al chiuso giusto quei 15 minuti per raggiungere Tronchetto. Raggiungiamo il parcheggio per risalire sul pullman che ci riporta per l’ultima notte a Treviso. Il giorno seguente, dopo la colazione, si riparte. Stesso tragitto e solita sosta a Calenzano per il pranzo. Arriviamo a casa dopo le  8… la gita è finita.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Personale. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...