Il misterioso pianeta “X”

 
Il sistema solare, il pianeta X e la città del Vaticano 
 
 
Il misterioso pianeta "X", di cui si parla da anni, ha a che fare col sistema solare, ma cosa c’entra il Vaticano?
La storia non è semplice e come per tutti gli "X" files non vi sono dati sicuri e probanti, ma solo voci, rivelazioni, teorie, piccole scoperte scientifiche e deduzioni oltre che dei Top secrets.
Potremmo dire che la storia inizia addirittura ai tempi dei Sumeri ed avrebbe a che fare con gli extraterrestri!
Sulla ricerca del decimo pianeta del sistema solare (il cosiddetto pianeta X) vi sono state da parte degli studiosi varie teorie, mentre antiche tavolette d’argilla mesopotamiche, tradotte dall’archeologo Zecharia Sitchin lascerebbero intuire che si tratta del pianeta Nibiru menzionato dagli antichi popoli mesopotamici. Il tutto inizia con un’anomala rilevazione strumentale riscontrata dal satellite-telescopio IRAS (Infrared Astronomical Satellite) nel 1983 e comunicata in conferenza stampa dal JPL della NASA.
Sui giornali fu riportata un’eclatante notizia in merito ad un anomalo dato lRAS che indicava un corpo planetario di dimensioni superiori a quelle della Terra, a circa 50 miliardi di miglia dal nostro pianeta.
Importante diventa il comunicato della BBC del 28 settembre 1999 secondo il quale gli scienziati avevano scoperto un nuovo corpo celeste, orbitante attorno al Sole oltre Plutone il quale aveva deviato la traiettoria del Pioneer 10 per una durata di 25 giorni.
Ma già precedentemte Tom Van Vlandern che lavorava col collega astronomo Robert Sutton Harrington, allo "US. Naval Observatory" di Washington, persuase Harrington dell’esistenza del Pianeta X e questi ne fece menzione nei suoi ultimi scritti scientifici del 1991.
Nel 1987 lo scrittore H.S. Stuttman (Connecticut, USA.) pubblicò un’enciclopedia intitolata "New Science and Invention Encyclopedia" dove viene riportata, accanto ad un’illustrazione della sonda spaziale Pioneer 10 della NASA (la prima sonda spaziale ad uscire dal Sistema Solare per entrare nello spazio interstellare, proprio nel 1983), un diagramma che mostra l’itinerario delle due sonde Pioneer 10 ed 11. Ma contestualmente vengono rappresentati anche due oggetti anomali: quello indicato come una stella morta ("Dead Star"), posta a 50 miliardi di miglia, ed il Decimo Pianeta ("Tenth planet"), a 4,7 miliardi di miglia.
Potrebbe uno di questi due corpi essere l’anomalo corpo celeste individuato dall’IRAS oppure il rosso dio-pianeta Nibiru adorato dai Sumeri?
Poi, vi sono alcuni avvenimenti e strane coincidenze avvenute mentre erano in corso i progetti di ricerca australiani "Near Earth Objects" dell’osservatorio astronomico "Learmonth Solar Observatory" ed il programma di monitoraggio spaziale americano "U.S. SpaceWatch Project", i quali lascerebbero intuire, entrambi, che tali ricerche riguardassero proprio quella porzione di galassia dove presumibilmente graviterebbe il pianeta X. Il chimico britannico Andy Lloyd sostiene la teoria secondo cui Nibiru sarebbe un pianeta che orbiterebbe in senso antiorario attorno ad una stella compagna del Sole (Dark Star Theory).
Dal 1995 ad oggi non solo sono stati scoperti moltissimi pianeti al di fuori del sistema solare, ma è diventata sempre piu attendibile, grazie a sorprendenti dati sperimentali, l’ipotesi della Fascia di Kuiper-Edgeworth: una larga zona esterna alle orbite di Nettuno e Plutone e precedente la Nube di Oort, popolata da centinaia di corpi planetari. Il più grande di questi KBO ("Kuiper Belt Objects" – Oggetti della Fascia di Kuiper) scoperti sinora, catalogato come -2003 UB313- ha una dimensione superiore a quella di Plutone e presenta persino un satellite naturale.
 
 
Ed il Vaticano?
Un ex sergente-maggiore della NATO, avrebbe confidato che la NASA aveva lanciato una sonda automatica, nell’ambito di un fantomatico progetto denominato "SILOE", e che tale sonda aveva poi inviato al Centro Elaborazione Dati del J.P.L. di Pasadena, in California, due fotografie, ottenute con un sistema di rilevazione all’infrarosso, raffiguranti un ‘nuovo’ corpo celeste, dall’atmosfera molto densa e inserito in un’orbita molto ellittica, oltre quella di Plutone. Lo stesso Zacharia Sitchin aveva dichiarato l’esistenza di un programma segreto denominato "Siloe".
Il progetto in questione, iniziato negli anni ’90, pur essendo stato realizzato con tecnologia NASA, non si sarebbe avvalso dei soliti finanziamenti militari o civili, ma sarebbe stato addirittura finanziato dal….. Vaticano!
A questo va aggiunta la notizia, datata primavera ’99, ripresa dall’ANSA e confermata dal Prof. Rudolph Koller, docente di teologia all’Università di Salisburgo, secondo cui il Vaticano avrebbe varato un programma, in base al quale ventiquattro sacerdoti cattolici sono già preparati a partire per il Cosmo, nel momento in cui si stabilisse un contatto ‘ufficiale’ con intelligenze non terrestri.
Ma il solo nome del progetto già darebbe adito a pensare dal momento che Siloe viene menzionato nella Bibbia e si tratterebbe del nome della piscina che riceveva le acque (considerate sacre dai cristiani ) dalla fonte di Gihon attraverso un canale scavato nella roccia, dalle radici del Monte Siòn di Gerusalemme.
Dai tempi di Galileo la Chiesa ha avuto sempre un legame molto stretto con l’astronomia e con tutto ciò che riguarda la possibilità di vita su altri pianeti. Da un punto di vista teologico e religioso l’esistenza di altre forme di vita non scardinerebbe di certo i dogmi della dottrina cristiana ma risulterebbe solo una manifestazione ‘diversa’ della stessa Verità.  Negarne a priori l’esistenza significherebbe, al contrario, limitare l’onnipotenza del Creatore stesso. Non è una singolare "coincidenza" che a partire dal 2000 siano state divulgate informazioni inerenti il Vaticano e dalle evidenti implicazioni ufologiche Nel 2003 la rivista americana "The Spectrum" pubblica un’intervista all’astrofisico James McCanney pubblicato a sua volta nel 2004 dalla rivista australiana "Nexus"che sostanzialmente ribadisce, tra le tante cose, che esiste un vasto programma di copertura che coinvolgerebbe enti quali la NASA, la CIA, l’NSA e lo stesso Vaticano in merito all’esistenza e al prossimo avvento del Decimo Pianeta.
Il resto rimane TOP SECRET!
 
 
 
Questa voce è stata pubblicata in Scienza, Fantascienza & Mistero. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il misterioso pianeta “X”

  1. Gabriel ha detto:

    I sacerdoti che vanno a salutare gli extraterrestri?! xD xD Ma se fino a qualche secolo fa avrebbero bruciato chiunque affermasse che là fuori ci sono altre civiltà?…Comunque complimenti per il blog, è fatto veramente bene! :)

    Mi piace

  2. domenico ha detto:

    ci sono delle persone che si stanno muovendo per salvarsi?se e si come posso contatarle?

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...