Non tutti sanno che….

 

E’ morto Mr. Pringles

 

Chi non conosce le patatine "Pringles" note soprattutto per l’insolita confezione a forma di lungo cilindro di cartone?!
Se non lo sapete, in Italia vengono importate solo alcune versioni, mentre negli Stati Uniti o nel Canada, per esempio, vi sono decine di altre differenti versioni e addiriuttura alcune versioni ad edizione limitata.
Le patatine sono un marchio americano della "Procter & Gamble", ma furono create per l’esercito USA nel 1960 ed usate durante la seconda guerra mondiale. Solo nel 1967 si decise di vendere al pubblico e per questo occorreva una confezione.Venne scelto il particolare inscatolamento inventato da Fred Baur di Cincinnati,  che consisteva, appunto, in un contenitore a forma di tubo progettato per tenere impilate le patatine a forma di sella e una sottile pellicola superiore da strappare.
Purtoppo il Dottor Fredric J. Baur è scomparso all’età di 89 anni il 4 maggio di quest’anno, e,  fatto insolito,  aveva chiesto ai suoi figli che dopo la sua morte le sue ceneri venissero poste in una confezione di Pringles! I figli hanno, ovviamente, esaudito il suo desiderio e
parte delle sue ceneri sono state versate dentro un barattolo di Pringles e interrate al cimitero Arlington Memorial Gardens di Springfield Township, nell’Ohio. Un’altra parte delle ceneri li ha voluti tenere per sè la nipote Linda. 
Le conserva in memoria del nonno in Mississippi, ma in una normalissima urna.

Questa voce è stata pubblicata in Non tutti sanno che..... Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...