INNAMORARSI E SEPARARSI A CAUSA DELLA CHAT-LINE

 
 
COUPLE ON-LINE
 
 
Mi va postare una notizia di cronaca di settembre, riportata dal "Daily Telegraph" e poi, per la sua unicità, apparsa su molti siti e blogs.
Questo perché al di la del fatto che l’avvenimento è di per sé strano e divertente, mi induce a delle riflessioni.
Siamo a Zenica, città della Bosnia, una ventisettenne e un trentaduenne, due computer in rete e una chat-line.
"Sweetie" è il nick di lei che durante la solita chiacchierata conosce e parla con lui: "Prince of joy". Entrambi sono sposati ma con un matrimonio noioso e forse perfino già fallito in corso. Tra i due nasce da subito feeling e così, ad ogni connessione, l’uno cerca l’altra e viceversa, anche se per fare quattro chiacchere solamente. Passano i giorni e aumenta la conoscenza tra i due i cui colloqui scendono sempre più sul personale, si piacciono, sembrano fatti l’uno per l’altra.
Da lì al corteggiamento il passo è breve e dopo poco i due si ritrovano a non poter più fare a meno di incontrarsi e conoscersi!
Capita spesso sulle chat e non è una novità che in molte occasioni sono nate delle vere storie d’amore.
Detto fatto, si fissa il giorno ed il luogo dell’appuntamento. Ma quel giorno, all’incontro, non appena la ragazza si rende conto che l’agognato "Principe" è proprio Adnan, suo marito, e quest’ultimo, che la "Sweetie" conosciuta on-line è Sana la sua attuale moglie, imbarazzo e rabbia li invade.
<Ma come è possibile?>,< Coma hai potuto dire certe cose?>
Accuse e delusione da entrambe le parti. Ora i due hanno in corso domanda di divorzio, accusandosi reciprocamente di infedeltà!
Sana è incredula per quello che le è capitato, ritrovandosi veramente innamorata da un giorno all’altro.
<Era tutto così fantastico>, ha dichiarato.
Adnan, invece, è ancora scettico sul fatto che potesse essere davvero sua moglie a dire certe cose in chat.
<In tanti anni di matrimonio non mi hai mai detto parole così piacevoli>, ha affermato.   
 

      
Bene, le riflesioni cui accennavo, riguardano la "tristezza" che l’evento provoca e la conclusione che invece di piangere, rammaricarsi e cercare di rimettere insieme i cocci di quella unione, i due si siano, invece, separati definitivamente. Se i caratteri esternati a parole in chat erano veritieri, allora perché lasciarsi se c’erano dei presupposti per poter stare insieme? Certo non sarebbe stato facile ed immediato…. ma meglio che ripartire dal niente. Spesso, come qualcuno ritiene, è solo una questione di piacere fisico, di come si "appare" e di conseguenza carattere e predisposizione servono poi a poco nella realtà.  L’accaduto mette in evidenza la "solitudine" che regna in tante unioni, di quanto povera e difficile sia la comunicazione nella società attuale e di quanto poco ci si possa conoscere l’un l’altro.
Non meravigliamoci, poi,  nel constatare l’alta percentuale di separazioni legali che annualmente avvengono nel mondo!
 
 
 
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...