VESUVIO PENSACI TU!

 
 
Considerazioni ad alta voce.

Essendo una persona nata e cresciuta al Sud, mi sento colpito nell’orgoglio se qualcuno parla a vanvera del meridione e dei suoi veri problemi. Molte cose sono date per scontate e spesso i luoghi comuni precedono qualunque discorso. Mi fa male ammetterlo, MA più passa il tempo e più mi rendo conto che, almeno a Napoli e provincia, alcune situazioni sono talmente innate o radicate che ai miei occhi sembrano perfino genetiche! Tutto quello che può rappresentare un problema in una qualunque altra provincia d’Italia, qui peggiora o diventa tragedia!
(Traffico, spazzatura, smaltitori, sanità, scuola, delinquenza, disoccupazione, lavoro, raccomandazioni, ecc.)
Saranno anche i politici ed i nostri amministratori a non essere all’altezza, a sbagliare o ad essere corrotti, MA (un altro!) il motivo per cui QUI  tutto diventa difficile e va in malora è dovuto solo ad un fatto…. è dovuto ai napoletani stessi… a quei napoletani…..

… che credono tutto gli è dovuto;
… che credono esista solo la camorra;
… che per questo si credono camorristi;
… che hanno comunque la precedenza;
… che il campanilismo e l’amor patrio non rientrano tra i loro geni;
… che sono opportunisti, ladri e menzogneri;
… per i quali l’educazione civica si riceve solo con la laurea;
… per i quali l’essere napoletani è un alibi;
… per i quali il domani è il solo pensare ad oggi;
… per i quali rispetto e educazione significa debolezza e fessaggine;
… per i quali è il mondo a girare intorno a loro,
per cui se cascasse, l’importante è che non gli cada addosso!

 
Il malessere e le condizioni in cui la Campania versa, sono dovute proprio a queste persone e non ne sono poche!
 
Ne sono tante…. molte…. troppe!
Noialtri, le persone “deboli e fesse”, pensavamo che con gli anni……. con i nostri figli e i figli dei nostri figli, le cose sarebbero lentamente migliorate. Invece no… e sapete perché… perchè le persone ‘per bene’ erano la minoranza e sono rimaste in minoranza. L’indice di natalità molto basso non si confà a loro, a “quei napoletani” e, mentre noi siamo andati avanti con uno o massimo due figli, loro oggi ne “sfornano”  4, 5 o 6!! E’ lo Stato stesso che li invoglia tra assegni di maternità, assegno per il terzo figlio, incremento ANF per nuclei numerosi, nipoti a carico dei nonni e chi più ne ha più ne metta. A loro non interessa il futuro, perchè il futuro non esiste. Non si preoccupano più di tanto, né della scuola né del vivere decente. A 7, 8 anni i bambini, che nel frattempo sono cresciuti tra scuola dell’obbligo e la strada, devono andare a “fare qualcosa” per aiutare il bilancio familiare.
E’ lo scugnizzo del ventesimo secolo che andrà ad incrementare il numero di “quei napoletani” cui accennavo prima! Di certo non è la “Napoletaneità” di cui esserne fieri!
Non c’è stato niente da fare prima, non si è potuto niente oggi e non ci sarà nente niente da fare domani!
E’ come un virus a cui nessun medico ha mai voluto trovare il vaccino, perché latore di una malattia circoscritta, isolata.
Per essa sono stati dati (e vengono ancora dati) solo lenitivi e ricostituenti!
 
Beati monoculi in terra caecorum!
 

 
Questa voce è stata pubblicata in Personale. Contrassegna il permalink.

2 risposte a VESUVIO PENSACI TU!

  1. Unknown ha detto:

    Mi sembra che tu non sei napoletano poichè fai un ragionamento da leghista e sembra veda le problematiche con uno sguardo superficiale senza indagare sulle cause.
    I problemi di Napoli sono atavici e dovuti alla successione delle varie classi politiche che hanno sempre voluto che il Merdione fosse come è (con le problematiche cui accenni). Fonte di voti, alleanze politiche-associazioni criminali, clentelismo e nepotismo. Se ricordi un pò di storia saprai che i fondi destinati dal piano Marshall dopo una inutile discussione furono destinati al rifacimento delle industrie nordiste piuttosto che alla agricoltura del sud. E fu solo l’inizio, poi la Cassa del Mezzogiorno i cui fondi sono stati depredati da affaristi nordisti che dopo avere eseguito l’inizio delle opere sono spariti al Nord con il fondo cassa. Sono solo due esempi (potrei portarne migliaia) relativi all’economia ma è voluto poichè ti sarà più facile il confronto con il dimenticato Regno delle Due Sicilie in cui Napoli aveva un Porto importante e ben inserito nel traffico commerciale, fabbriche prospere, economia al top rispetto agli altri staterelli e domini del Nord Italia, e pure c’era il brigantaggio. Ora se ad un paese o una regione togli il lavoro, la speranza, lo umili e lo getti nella disperazione. Le conseguenze da te illustrate, camorra, furti, prepotenza, ne sono una conseguenza inevitabile. Anche la parola leghista non è casuale poichè i leghisiti vogliono il federalismo io propendo per la separazione netta con doglianza verso chi ha sacrificato la vita per dare all’Italia la sua unità, ma la separazione a mio avviso è l’unica possibile alternativa dando modo di scegliere politici legati al sud (non eletti al sud e che emigrano al nord dimentichi delle loro origini) con leggi emanate ad hoc per le specifiche problematiche nostrane. Potrei farti esempi ma richiederebbe spazio ben maggiore di quello disponibile. Magari a richiesta ti farò un bell’elenco. Caro amico io sono napoletano verace e mi dispiace vedere la mia città, come tutto il sud, allo sfacelo, ma siamo imediti fisicamente e non mentalmente a qualsiasi reazione che tenda a riportarci agli splendori del passato.
    Cordialmente e senza denigrare quanto da te asserito.

    Mi piace

  2. кαямє__♥ ha detto:

    ke razza d titolo è Vesuvio pensaci tu? Persone deboli e fesse? riguardati ma ki ti credi di essere

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...