Progetti e idee innovative

 
 
Tra i progetti e le idee più innovative, secondo la classifica della rivista  Popular Science , divisa per categorie,
alla voce ingegneria troviamo:
Il "Water  Cube" e l’Hydro Ormen Lange.
 
 
The national Swimming Centre in Beijing.
 

In occasione delle Olimpiadi 2008 in Cina, è in fase di ultimazione, a Pechino, una nuova spettacolare piscina nazionale, denominata "Water Cube".
Misurerà più di 19 ettari, conterrà cinque piscine e avrà 17.000 posti a sedere.
Tuttavia la costruzione non contiene un singolo cavo d’acciaio, né colonne o travi. Infatti, pareti e soffitti si compongono di sottili reti di acciaio collegaei insieme da 12.000 nodi portanti. Questi nodi distribuiscono uniformemente il peso della costruzione, rendendola abbastanza forte anche per sostenere terremoti più severi di quelli fin’ora capitati in questa zona sismica. Una lamina semitrasparente di plastica simile al Teflon di pochi centimetro di spessore copre l’intera struttura come una pelle. Lascerà entrare più luce e calore che il vetro, contribuirà a mantenere le piscine a temperatura più costante e ridurrà i costi energetici di circa un 30 per cento. 
 
 
E’ proprio tale sostanza che, posta in cornici di acciaio sagomato a bolle, darà la sensazione di pareti fatte di molecole d’acqua.
Dal momento che i lavori sono a buon punto,  si sposterà a questo anno l’apertura ufficiale che era prevista, invece, per le Olimpiadi dell’estate 2008.
 

Gasdotto di Langeled

Il più grande Gasdotto  in un posto difficile.
 
Per quest’ anno i sub finiranno di saldare la maggior parte di un importante gasdotto subacqueo di 1200 km. costruito nel mar del Nord (Norvegia) e chiamato Langeled.
Si tratta del più grande gasdotto al mondo che collegherà direttamente le linee di gas norvegese a quelle britanniche e che procede alla velocità di 4 km. al giorno. Un opera mastodontica fatta con l’aiuto di supertecnologie. 
Per ora è attivo solo il segmento meridionale di Langeled che va dalla piattaforma di Sleipner nel mare del Nord al terminal di Easington nella costa orientale del Regno Unito. Il segmento nord del condotto partirà dalla costa norvegese dal campo offshore di Ormenlange (facente parte della stazione terrestre di Nyhamna) e si congiungerà con il tratto sud presso la piattaforma marina di Sleipner, e sarà operativo tra pochi mesi.
 
Ormen Lange

Questa è la parte più difficile dell’opera perchè il tubo deve attraversare il precipizio di Storegga, un labirinto disordinato di avvallamenti e picchi con forte pendenza. Per farlo, gli assistenti tecnici hanno disseminato il fondo marino con 400 indicatori acustici di variazione di posizione. Questi sonar contribuiranno a generare, con appositi programmi, una mappa 3-D della zona mentre i tecnici continuano a scavano trincee a più di 1000 metri di profondità. Quando l’anno prossimo il gas comincerà a fluire, la conduttura avrà una capacità di trasporto pari a 20 miliardi di metri cubi di gas all’anno, in grado di coprire circa un quinto del fabbisogno britannico per molti anni.
L’opera completa costerà circa 2,12 miliardi di euro e l’iniziativa, nata a Londra quattro anni fa, ha raccolto ad oggi, l’adesione di 22 Paesi produttori.  

 

Questa voce è stata pubblicata in Notizie e politica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...