La trama di Scoop

 
 
S c o o p
 
 
E’ uscita la 36.ma nuova e divertente commedia di Woody Allen Scoop” che come la precedente “Match Point”, è ancora ambientata e girata a Londra, anche se stavolta Allen vi prende parte come attore e c’è una candidatura all’Oscar 2006 per la sceneggiatura.
Il regista ha preferito, di nuovo, la bionda attrice Scarlett Johansson, mentre il tema del film non è serioso come i precedenti ma un mix tra giallo e commedia. Si parla, infatti, d’amore, notizie, mistero e magia. La comicità della storia viene dal fatto che un giornalista ostinato ritorna sulla terra dopo la propria morte, per inseguire uno scoop del quale ha avuto una soffiata nell’aldilà.
Se v’interessa la trama, eccone un breve riassunto.
Il film inizia con un funerale, quello del giornalista inglese Joe Strombel (l’attore Ian McShane) e poi, mentre il poveraccio sta per essere trasportato dalla morte in persona in barca sullo Stige, viene a sapere chi è il serial killer dei “Tarocchi”, l’inchiesta che lui stava seguendo e che voleva a tutti i costi portare a termine. Si tratterebbe del rampollo di un’aristocratica famiglia inglese che si aggira indisturbato per le vie della città sotto le vesti di lettore di tarocchi.
Convinto di avere la pista giusta, il defunto giornalista la cui professionalità non è ancora trapassata, ha bisogno però d’aiuto per poter ancora agire nel mondo dei vivi.
Sondra (la Johansson), una giovane studentessa americana di giornalismo, è a Londra per incontrare degli amici e durante lo spettacolo del mago Sid Waterman (Woody Allen) si rende conto di sentire strane voci dall’aldilà. Si tratta di  Joe che cerca di mettersi in contatto con lei, per indicarle la pista da seguire per lo scoop della sua vita, anche se per farlo sceglie il momento ed il luogo meno adatto:
la cassa de-materializzante dello sfigato prestigiatore americano, sul palco e nel momento in cui Sondra vi si trova per caso, essendo stata scelta tra il pubblico come partecipante all’esperimento.
La solerte ragazza alle prime esperienze professionali, non aspetta altro e, aiutata dall’esilarante mago, che si spaccerà poi per il suo ricco padre americano, si mette subito sulle tracce dell’omicida. Ma, quando s’imbatte in Peter (Hugh Jackman), l’affascinante aristocratico inglese, si troverà in difficoltà perché quello è un serial killer potrebbe, invece, essere, il grande amore della sua vita.
Inizia così una suspence comica che porta i due a conoscersi e innamorasi, abbandonando per un pò le indagini. 

Ma alla fine, pur rinunciando ad un futuro di ricca sposa di un Lord con tanto di tenuta in campagna con lago privato, la volubile ragazza, consigliata dal piccolo prestigiatore (nome d’arte Splendini) si riscatterà smascherando il lestofante di turno.
 
In questo film, Allen completa la sua scanzonata analisi dei complessi rapporti, spesso imperscrutabili nelle loro conseguenze, tra la classe della cosiddetta borghesia ed il mondo dei ricchi e dei potenti. Giustamente torna a Londra, capitale di una società così liberale ma anche così rigida come senso di appartenenza.
Come il personaggio del mago da lui interpretato, Woody mischia le carte e ci somministra una lezione semplice ma efficace: non esistono soluzioni confezionate e, soprattutto, mai fermarsi alla facile ma fallace spiegazione dettata dal preconcetto.

Questa voce è stata pubblicata in FILM & TV. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...