La febbre gialla

 
 
MALATTIE DIMENTICATE
 

 
Quando si viene a conoscenza di notizie gravi ed importanti come quelle dell’epidemia di “DENGUE” a Cuba o nell’isola francese della Reunion, alcune domande nascono spontanee.
Perchè una simile e pericolosa epidemia è stata pubblicizzata dai mass media solo pochi giorni fa?!
Perché la popolazione non è stata avvisata in tempo utile in caso di viaggi nelle zone a rischio?!
Come sempre, situazioni politiche o grossi interessi economici (derivanti dal turismo) hanno portato i singoli Stati a denunciare il più tardi possibile una notizia che poi non è stato più possibile rimandare o nascondere.
Grazie all’OMS, pochi giorni fa già si parlava, infatti, di migliaia di vittime solo a Cuba, mentre ad essere interessate sono state tutte le zone che si trovano vicine all’equatore e che quindi coinvolgono Africa, Asia e America del Sud (Cuba, India, Mauritius, Madagascar, Seychelles, ecc.)
In effetti, il problema è strettamente legato ad un tipo particolare di zanzara, l’Aedes Egypt che si riproduce in zone acquitrinose con clima caldo-umido ed è l’unico vettore della malattia.
L’effetto serra degli ultimi anni ha peggiorato la situazione favorendo la diffusione dell’Aedes Egypt anche in zone non insalubri o dove la malattia tropicale era già stata debellata.
L’infezione dengue (in arabo debolezza) o “febbre gialla” è dovuta al virus Chikungunya (in swahili  significa “uomo curvo”) o
"Buggy creek virus" e dalle genti locali viene anche chiamata “febbre spaccaossa” perchè provoca febbre a 40°C. con emicrania, forti dolori articolari, nausea e vomito.
I sintomi solitamente compaiono entro quattro – sette giorni dopo la puntura di zanzare infette, ma possono persistere per parecchie settimane, mentre la forma più grave, quella emorragica, può portare anche alla morte.
Sfortunatamente, al momento non esiste alcun vaccino contro la dengue, sebbene gli studi continuano con fervore.
Ma mi chiedo, se simili virus sono oggetto di studio per il loro possibile utilizzo in "guerre batteriologiche", come si potrà pervenire alla creazione di un vaccino poi?! 
 
Se ti interessa conoscere di più su questa o altre "malattie dimenticate" che hanno colpito fino ad ora circa 50 milioni di persone, allora leggi qui:
http://www.malattiedimenticate.net/patologie/febbre%20dengue.asp
e se ti và partecipa anche a questo appello:
http://www.researchappeal.org/index.php?option=com_wrapper&Itemid=34
 
Questa voce è stata pubblicata in Medicina,Salute & Dintorni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...